Introduzione al controllo del computer con gli occhi

In questa pagina fornirò giusto una introduzione sulle tecnologie commerciali per il controllo del computer con gli occhi.

Esistono infatti, al giorno d’oggi, tecnologie per poter indicare su una tastiera delle lettere per comporre delle parole e comunicare, che sfruttano unicamente gli occhi e utilissime per persone con una mobilità davvero limitata.

Il leader in queste tecnologie, secondo le mie ricerche, è l’azienda Tobii che sfrutta il movimento degli occhi per videogiochi; ampliando il numero di utilizzatori ha potuto così anche abbattere i costi.

Uno dei prodotti di punta è Tobii eye tracker 4c; ho visto che tra le opzioni di accessibilità di Windows esiste il supporto per questo tipo di tecnologia.

Il costo si aggira intorno ai 200€; può sembrare molto ma se si pensa ai prezzi nell’ordine delle migliaia di euro per questo tipo di tecnologie di qualche anno fa si può intuire che non è poi così eccessivo.

Purtroppo non ho la possibilità di testare il sistema, inserirò quindi un video preso da YouTube che dimostra il suo funzionamento:

Video di scrittura di un testo con Tobii Eye Tracking 4C

Se qualcuno ha avuto esperienza con questo tipo di tecnologia e può fornire una recensione, vi chiedo di fornire un feedback nei commenti, potrebbe essere davvero utile.

Vi consiglio di fare un giro sul sito web ufficiale dell’azienda Tobii, ha altri prodotti, anche più costosi ma che magari si adattano meglio alle vostre esigenze.

Un software alternativo gratuito che utilizza le immagini da una webcam è GazePointer. Il suo funzionamento è molto simile ad un head mouse (è simile al tracciamento del volto visto nelle pagine precedenti) ma utilizza solo gli occhi come forma di puntamento.

Questo è ciò che vi posso consigliare da approfondire per questo tipo di tecnologia; se conoscete altre tecniche per utilizzare il computer con gli occhi scrivetemelo nei commenti!

Se l’esigenza fosse quella di poter comunicare in ogni momento portando in giro lo strumento di comunicazione oppure quella di posizionarlo direttamente sulla carrozzina, andiamo a vedere come utilizzare tablet e cellulari con il movimento del volto, nella prossima sezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.